Home News Inter-Milan 3-2: Maurogol abbatte i rossoneri, analisi e pagelle

Inter-Milan 3-2: Maurogol abbatte i rossoneri, analisi e pagelle

0
CONDIVIDI

Nerazzurri in vantaggio grazie al capitano e rimontati per due volte, prima da Suso e poi da Bonaventura, ma Icardi decide all’89’ mettendo a segno la tripletta dal dischetto 

Poche novità nell’Inter ad inizio gara, che schiera il solito 4-2-3-1, ma questa volta è Vecino (ma spesso anche Borja Valero) ad agire alle spalle dell’attaccante, con Gagliardini a fare coppia con borja a centrocampo. Partono forte i nerazzurri che fanno girare il pallone e cercano i soliti lanci in profondità per Icardi che dal primo minuto combatte con i tre difensori rossoneri. Primo squillo che arriva dal piede di Candreva che colpisce la traversa con un tiro a giro dal limite dell’area. Il Milan fatica ad uscire palla al piede e si schiaccia nella sua metà campo, rischiando spesso di perdere l’uomo sui cross tagliati dei due esterni Perisic e Candreva, quest’ultimo che al 28′ mette in mezzo un pallone fantastico per Icardi che, da vero rapace d’area di rigore, anticipa Bonucci e Musacchio e la spizza alle spalle di Donnarumma. Nei minuti finali del primo tempo i rossoneri cercano di uscire, ma in maniera troppo timida e con poche idee, finisce dunque 1-0 la prima frazione.

Nel secondo tempo cambia tutto e il derby si tinge di rossonero, infatti Montella butta nella mischia Cutrone al posto di Kessie (uno dei peggiori) e arretra Suso a centrocampo a creare gioco. Il diavolo domina nei primi 10 minuti e al 56’m passa in vantaggio con un gran gol di Suso che con una finta elude Gagliardini e Perisic e la fa girare all’angolino dove Handanovic, stranamente, non può arrivare. La squadra di Montella prende in mano la gara e dimostra le sue qualità, che non possono essere quelle di difendere dietro la linea del centrocampo. Poco dopo però è ancora il capitano dell’Inter a portare avanti i suoi, ancora su disattenzione di Bonucci, ma la giocata sul cross di Perisic è fantastica e San Siro esplode di gioia. Milan ancora sotto ma ancora in partita, deciso a trovare il gol del pareggio e dopo aver colpito un palo con Andrè Silva, trova ancora il pari, questa volta con Bonaventura (è Handanovic a spingerla dentro dopo averla salvata sulla linea) all’81’. La partita sembra destinata a finire in parità, ma Rodriguez commette un’ingenuità clamorosa trascinando a terra D’Ambrosio, calcio di rigore e giallo per l’ex Wolfsburg. Dal dischetto il solito Icardi spiazza Donnarumma e si porta a casa il pallone. Finisce 3-2 un derby bellissimo, che regala ai nerazzurri i tre punti che valgono il secondo posto a meno 2 dal Napoli (prossimo avversario) e il +10 sui cugini rossoneri.

Spalletti a fine gara non si sbottona troppo ma bacchetta i suoi: “Abbiamo meritato la vittoria ma nel secondo tempo abbiamo sofferto troppo. Non si possono prendere quei due gol, nel primo caso è chiaro l’errore di Perisic e Gagliardini sulla finta di Suso e sul secondo gol è Cancelo a sbagliare. Noi continuiamo a lavorare e a puntare all’obiettivo Champions, i risultati sono una diretta conseguenza del lavoro. Dobbiamo ancora crescere, ma è chiaro che noi andremo al massimo.” Riferendosi alla prossima partita contro il Napoli: “Guardiamo a noi stessi e lavoriamo duro in settimana, in campo poi si vedrà chi avrà più paura.”

Pagelle:

 Handanovic 7: Miracoloso in più occasioni, impossibile dargli colpe sul gol del 2-2

Nagatomo 6: Difende con ordine senza particolari sbavature, fa il compitino

Miranda 6: Primo tempo da 5, pieno di disattenzioni pericolosissime, ma nella ripresa è fondamentale in più occasioni con la sua esperienza a salvare i suoi

Skriniar 7: Impressionante dal punto di vista fisico, impeccabile nelle sceltte, quasi perfetto

D’Ambrosio 6.5: Corsa e fiato a servizio della squadra, al 90′ si procura il rigore decisivo

Vecino 6.5: All’85’ corre da un’area all’altra per servire un assist al bacio ad Icardi, non smetta mai di correre e sbaglia pochissimo in impostazione

Gagliardini 6: Mette in campo tutta la sua grinta recuperando una caterva di palloni, manca ancora in impostazione

Borja Valero 6.5: Detta i tempi di gioco in mezzo al campo e corre anche molto più del solito, fragile per limiti fisici nei contrasti a centrocampo. Eder s.v.

Perisic 6.5: Mezzo voto in più per l’assist del secondo gol ad Icardi, può dare molto di più e lo sappiamo, ma già così è devastante…

Candreva 6.5: Stesso discorso del compagno di reparto per quanto riguarda l’assist, molto generoso nel primo tempo. Cancelo 5: Perde Bonaventura in occasione del 2-2, deve migliorare tanto difensivamente me anche nella fase offensiva se vuole sostituire quei due lì davanti

Icardi 8: Difficile trovare errori nella partita dell’argentino, alla prima palla giocata fa il primo gol, si inventa in girata il secondo e mette a segno il rigore più pesante della sua carriera all’89’. Mostruoso. Santon s.v.

foto fonte: repubblica.it

Lorenzo Lecce

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here