Home News Hamsik: ” La Juve è la squadra da battere”

Hamsik: ” La Juve è la squadra da battere”

0
CONDIVIDI
Goal.com

Le dichiarazioni del capitano azzurro: dalla sfida di sabato contro il Milan al gol che manca per eguagliare Maradona

Marek Hamsik, in occasione di un evento organizzato dall’Acqua Lete, main sponsor del club azzurro, è intervenuto in conferenza stampa. Tanti sono gli argomenti trattati, tra cui i prossimi impegni degli uomini di Sarri, contro Milan e Shakhtar, importanti per ritrovare brillantezza dopo la sconfitta rimediata dal City e lo 0-0 del Bentegodi.

Ecco le parole del numero 17 slovacco.

Né l’Italia nè la Slovacchia parteciperanno al mondiale: è un vantaggio per il Napoli, in quanto incentivo ai giocatori per dare l’esclusiva al club?

“Non sono d’accordo perché si sarebbe giocato dopo il campionato. Rammaricato per entrambe le nazioni: un gran dispiacere.”

E’ servita la sosta?

“In parte sì, anche se in tredici hanno dovuto rispondere alla chiamata della nazionale. Ora è importante pensare gara per gara: a partire dal Milan.”

Ti pesa non aver ancora trovato il gol per eguagliare Maradona?

“Ci penso, ma finisce lì. Sono più importanti gli obiettivi della squadra: quelli personali scalano in secondo piano.”

Riflessione sul momento del calcio italiano.

“Tecnicamente e tatticamente è uno dei migliori, deve migliorare nelle strutture, perché, rispetto a molte altre realtà, è indietro.”

Sul Milan.

“E’ un avversario difficile; bisognerà giocare come abbiamo fatto da inizio campionato a questa parte.”

Potresti diventare il calciatore con più presenze nel club azzurro, quanto sarebbe importante?

“Mancano sessanta partite: si può fare.”

Come potrebbe risollevarsi il calcio italiano?

“Dopo questa non qualificazione al mondiale, il calcio italiano rifletterà e ripartirà più forte di prima.

Quest’anno, entrando nello spogliatoio, si respira un’ aria diversa rispetto alle annate precedenti?

“Con Sarri cresciamo giorno dopo giorno e per vincere qualcosa dovremo continuare a farlo. In primis bisognerà battere il Milan.”

La lotta scudetto ormai riguarda solo le prime cinque in classifica?

“Il campionato è lungo e il Napoli deve pensare al Napoli. Ogni gara è fondamentale.”

Come già detto, sei ad un gol da Maradona, ad inseguire questo record c’è anche Mertens. Se gli dovessi fare un assist, ci penseresti?

“Assolutamente no. Se dovesse segnare, sarei contento.”

Hai pensato alla data del ritiro?

“No, penso solo a giocare e divertirmi.”

Sul ruolo in campo.

“In questi tre anni non è mai cambiato. Ho tanta voglia di fare bene.”

E’ sempre la Juve la squadra da battere?

“Arriva da sei scudetti di fila, non può che essere altrimenti. Noi siamo pronti a colmare questo gap e vincere lo scudetto, nonostante manchi ancora qualcosina, mentalmente e fisicamente.”

Vuoi chiamare a raccolta i tifosi per stare vicini alla squadra?

Non c’è bisogno: allo stadio sono sempre numerosi. Li ringraziamo.

Alessio Zanoletti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.