Home News De Laurentiis: “Juve la più forte, ma…”

De Laurentiis: “Juve la più forte, ma…”

0
CONDIVIDI
Radio Marte

Ecco i temi affrontati dal patron azzurro: dal futuro di Sarri fino agli obiettivi stagionali della squadra

E’ tornato a parlare Aurelio De Laurentiis, attraverso un’intervista rilasciata al Corriere del Mezzogiorno.

Sul tema Juve: “E’ ancora la più forte, però è diventata più vulnerabile: la mancanza di giocatori alla Pirlo o alla Del Piero non aiuta. Pesa inoltre la vendita di Bonucci,  fondamentale nello scacchiere bianconero.”

Napoli capolista: “E’ presto, ne riparleremo a marzo. Questo è il prosieguo del girone d’andata della scorsa stagione, quando si è infortunato Milik e di conseguenza abbiamo perso il treno scudetto, avendo impiegato un po’ di tempo nel trovare il suo sostituto, poi rivelatosi un giocatore straordinario (Mertens). Quest’anno è diverso, perché Arkadiusz dovrebbe tornare a gennaio; in caso contrario abbiamo pronto Inglese, ora in prestito al Chievo.”

Primi grazie alle conferme: “I rinnovi di Mertens e Insigne sono il segno di una crescita coerente. Puntiamo sulla solidità del gruppo.”

I casi Sarri e Ghoulam: “Maurizio l’ho scoperto io: nei suoi confronti c’è stima e affetto. Mi auguro rimanga per molto tempo, ma se decidesse di andar via, nessun problema. Discorso simile per Ghoulam: ottimo giocatore, ma sostituibile, in caso dovesse chiedere la cessione non ci sarebbe alcun dramma.”

Su Reina: “L’agente aveva chiesto un rinnovo di tre anni ed io l’ho valutata una proposta un po’ eccessiva: preferisco valutare il rendimento di Pepe annualmente.”

Entusiasmo dei tifosi: “Sono contento per loro: renderli felici è il mio obiettivo. Loro amano questa maglia e hanno tutto il diritto di criticare: a volte sento dire che non investo sul club, però i fatti dicono che abbiamo arricchito il tetto ingaggi e la rosa, con giocatori che avranno modo per mostrare tutto il loro valore.”

De Laurentiis al San Paolo: “La squadra vince senza il presidente allo stadio, ed io sono un tipo scaramantico, quindi andiamo avanti così. Un giorno vorrei vedere al San Paolo anche una squadra di calcio femminile.”

Alessio Zanoletti

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.