Home News Betis-Milan 1-1, Suso risponde a Lo Celso – Analisi e pagelle

Betis-Milan 1-1, Suso risponde a Lo Celso – Analisi e pagelle

0
CONDIVIDI
Betis-Milan finisce 1-1, Suso risponde a Lo Celso

Primo tempo disarmante dei rossoneri che crescono nella ripresa trovando il gol del pareggio. Apprensione per gli infortuni di Musacchio (uscito in barella) e Calhanoglu

Quarta giornata della fase a gironi di Europa League, Betis-Milan atto secondo. Si replica a campi invertiti dopo la vittoria per 2-1 degli spagnoli al Meazza lo scorso 25 ottobre. Gattuso sceglie il 3-5-2 con Reina in porta e Laxalt-Borini esterni, davanti è Suso ad appoggiare l’unica punta Cutrone.

Gli andalusi iniziano con personalità e al 12′ sono già in vantaggio. Laxalt perde palla in proiezione offensiva innescando il contropiede degli andalusi, la cui manovra manda Junior Firpo al cross che trova Lo Celso perfetto nell’inserimento e nel sinistro a rimorchio: Betis avanti 1-0. I padroni di casa continuano a macinare gioco e al 27′ per poco non raddoppiano. Lo Celso irride Borini a metà campo e assiste Joaquin che allunga per il solito Firpo, cross basso e solo l’imprecisione di Sanabria lascia inalterato il risultato.

Nella fase centrale del primo tempo il Diavolo prova ad uscire dalla tana, i tentativi si traducono in una punizione di Suso murata dalla barriera ed un sinistro di Calhanoglu, bloccato da Pau Lopez. La voce “occasioni nitide” del Milan resta tuttavia a zero in un primo tempo che il Betis chiude meritatamente in vantaggio.

Nessun cambio nella ripresa ma un Milan più in partita, questo sì. Se c’è un uomo capace di cambiare volto al Diavolo di questa sera quello è Suso. Suo un sinistro a giro parato da Lopez, suo il mancino al veleno su punizione che al minuto 62 riporta in parità il Milan. Decisivo nell’occasione, a suo modo, Bakayoko che non tocca la sfera ma trae comunque in inganno l’estremo difensore spagnolo. Il Milan sembra in controllo totale del match ma la parola d’ordine è: paura. Prima per uno scontro violento tra Kessiè e Musacchio che esce in barella. Paura, perché il finale del Betis è arrembante. Firpo prima, Tello poi scappano alle spalle degli esterni rossoneri e fanno venire i brividi a Reina, bravo nella seconda occasione a chiudere lo specchio sull’ex Fiorentina. Nonostante il finale di sofferenza (fuori per infortunio anche Calhanoglu) il Milan torna a casa con un risultato di parità, 1-1. Rossoneri raggiunti a 7 punti dall’Oylmpiakos mentre il Betis sale a 8.

Partita a due facce per il Diavolo, in sofferenza per tutto il primo tempo (Cutrone troppo solo, centrocampo incapace di schermare i dirimpettai e di accompagnare l’azione offensiva) e più reattivo nella ripresa, trascinato da Suso.

Il Betis ai punti avrebbe meritato qualcosa in più, sugli scudi Lo Celso e Firpo. Un po’ più di cattiveria avrebbe permesso agli andalusi di chiudere il match ed evitare così il ritorno del Milan.

LE PAGELLE DEL MILAN

REINA 6: Bravo su Tello nel finale, errore da matita blu poco prima su un disimpegno con i piedi che poteva essere fatale.

MUSACCHIO 6: Se la cava con gli avversari, si arrende a un’entrataccia… di Kessie che molto probabilmente gli farà saltare la Juve. DALL’82’ ROMAGNOLI: S.V.

ZAPATA 5.5: Assente ingiustificato sul gol e non solo in quell’occasione.

RODRIGUEZ 5.5: Gara difensiva, tanto lavoro sporco da cui non esce del tutto pulito.

BORINI 5: Difendere non è il suo mestiere, d’accordo. Stasera però si è fatto sorprendere troppe volte e con disarmante facilità.

KESSIE’ 6: Si batte come un leone, strilla, mostra i muscoli e anche i denti all’arbitro. Mette anche ko Musacchio, per un eccesso di foga.

BAKAYOKO 6: Deve crescere e lo farà in campo perché Biglia starà fuori 4 mesi. Sul gol dell’1-1 ha comunque una fetta di merito.

CALHANOGLU 5.5: Corre e si sacrifica, anche da lui però (infortunio permettendo) ci si aspetta di più. DALL’89’ BERTOLACCI S.V.

LAXALT 5: L’1-0 del Betis nasce da un pallone perso dall’esterno rossonero, poi soffre maledettamente dietro e rischia di causare un rigore che l’arbitro per fortuna del Milan non vede. Negativo. DAL 76′ ABATE 5.5: Non entra bene in partita.

SUSO 7: Prende per mano i suoi e gioca un tiro… mancino al Betis. Leader.

CUTRONE 5.5: Forse era da tempo che aspettava un’occasione per giocare da punta unica ma lo lasciano davvero troppo solo e di palle gol gliene capitano poche, o meglio dire nessuna.

LE DICHIARAZIONI DI GATTUSO

Siamo stati troppo timidi nel primo tempo, certamente meglio nella ripresa in cui abbiamo tirato fuori il carattere. Da domani faremo la conta degli infortunati, dispiace per Musacchio che comunque farà di tutto per esserci. Avrò modo di pensare alla Juventus già nel viaggio di ritorno in aereo, affronteremo una delle squadre più forti d’Europa. Daremo tutto senza lamentarci.”

Fonte foto: sports.yahoo.com

Federico Vitaletti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.