Home Interviste in Esclusiva Giampiero Maini: “Roma ora devi credere nella vittoria finale”

Giampiero Maini: “Roma ora devi credere nella vittoria finale”

0
CONDIVIDI

L’ex centrocampista giallorosso: “Ieri è stata scritta una pagina indelebile nella storia del calcio”

Per commentare l’impresa della Roma che è riuscita ad eliminare il Barcellona e non solo abbiamo intervistato Giampiero Maini, ex centrocampista degli anni novanta, tra le altre, della Roma, del Vicenza, del Milan, del Bologna e del Parma.

Jimmy Maini vanta una Coppa Italia conqusitata con il Vicenza.

Quali sono stati i momenti chiave della partita Roma-Barça?

Il crederci fortemente. C’è stata una applicazione perfetta. Si sono curati i minimi dettagli. E’ stato raggiunto un obiettivo straordinario. Mister Di Francesco ha avuto l’intuizione giusta di far scendere in campo i suoi con la difesa a tre. L’ambiente giallorosso è stato straordinario.

Quali sono le avversarie che teme di più?

In semifinale vi accedono sono grandi club. La Roma ha dimostrato che può mettere in difficoltà chiunque.

Questi festeggiamenti così prolungati possono a livello incoscio essere controproducenti per l’intero ambiente?

Non capita spesso di vivere queste serate magiche. E’ stato giusto festeggiare ma da stamattina si deve pensare solo al derby e al voler a tutti i costi raggiungere la finalissima di Champions. Roma-Barça è una partita che è entrata nella storia ma bisogna guardare subito avanti.

Che derby si aspetta?

C’è il rischio che le energie nervose bruciate per questo quarto di finale incidano negativamente sulla stracittidina. Questo entusiasmo però potrebbe trascinare i giocatori verso un’altra grande impresa. Bisogna cercare di cavalcare l’euforia facendo attenzione a non trasformarla in prosopopea. Ieri per esempio i calciatori del Barça hanno sbagliato completamente approccio alla partita sentendosi già qualificati.

Per il discorso quarto posto come potrà essere la situazione ora che la squadra giallorossa è approdata alle semifinali?

Molto dipenderà dal risultato del derby. Ripeto che i giallorossi devono ragionare da grande squadra e non cullarsi su ciò che è stato fatto.

Le sue annate più belle?

Quelle passate con il Vicenza.

Cosa ha provato realizzando il gol nella finale di Coppa Italia vinta contro il Napoli?

Tanta gioia. E’ stato un successo che rimarrà scolpito per sempre sia nella testa dei tifosi che dentro di me. Trovo delle similutudine con l’avventura di questa Roma in Champions. Nessuno credeva che il Vicenza potesse alzare la Coppa Italia eppure siamo arrivati in finale contro ogni pronostico. All’andata perdemmo al San Paolo contro il Napoli per 1-0 ma il mio gol nel ritorno ci permise di andare ai tempi supplementari dove poi vincemmo per 3-0. Mi auguro che la Roma possa continuare a stupire tutti andando contro ogni calcolo e logica.

Fonte foto: corrieredellosport.it

Stefano Rizzo

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here