Home Editoriali Serie A: divario enorme tra le prime e le altre

Serie A: divario enorme tra le prime e le altre

0
CONDIVIDI

Vincono tutte le big; beffa Benevento

Il secondo turno infrasettimanale ha confermato ulteriormente che il campionato è spaccato in due o meglio in 3 parti.

Si è disutato un quarto di torneo e la lotta al vertice è molto appassionante. Quattro squadre sono raccolte da soli tre punti, la Roma non fa parte di questo gruppettino ma ha una partita da recuperare. Poi ci sono le compagini che probabilmente navigheranno in mezzo alla classifica o al massimo potranno puntare all’ultimo posto valido per l’Europa League. Chiudono la graduatoria invece i club che abbassano il livello medio dell’intero torneo. Squadre scarse per la massima serie. Non è un caso che le neo promosse occupano gli ultimi tre posti e che in Serie B in vetta ci siano diversi club divisi da una manciata di punti. Inoltre anche quest’anno le compagini che vengono dalla Serie C potranno puntare tranquillamente al doppio salto. Tutto ciò ci indica che il livello medio è sempre più basso, anno dopo anno.

Si dovrebbe ridurre il numero complessivo delle società calcistiche nella massima serie ma evidentemente ci sono troppi interessi economici dietro ad ogni singola partita che conviene lasciare 20 squadre in A.

Tornando alle classifica il Napoli mantiene il primato ottenendo 3 punti pesanti contro un Genoa mai domo. Gli azzurri vincono per tre reti a due con doppietta di Mertens.

Una pazza Inter batte per 3-2, i nerazzurri si erano portati sul 3-0, la Sampdoria. A segno gli ex blucerchiati Skriniar e Icardi, doppietta per lui.

Tutto troppo facile per la Juve contro la Spal: 4-1.

Settima vittoria di fila tra campionato e Europa League per la Lazio che è corsara a Bologna.

La Roma di misura contro il Crotone con un rigore generoso. In questo turno il Var è stato assai clemente.

Torna alla vittoria il Milan che surclassa il Chievo con il punteggio finale di 1-4.

Secco 3-0 della Fiorentina sul Torino.

In coda il Benevento prima su rigore pareggia i conti contro il Cagliari al 94simo e poi incredibilmente subisce gol al 95esimo da Pavoletti gettando alle ortiche il primo punto storico in Serie A.

Benevento 0, Spal 5 e Hellas Verona, Crotone e Genoa 6 punti, questo recita la classifica. Nei bassi fondi perciò oltre alle tre matricole sono presenti anche le due squadre che hanno lottato fino all’ultimo per non retrocede nella scorsa stagione.

Foto fonte: Repubblica.it

Stefano Rizzo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here